DACIA DUSTER “NO LIMIT”

  • DACIA DUSTER “NO LIMIT”: PRONTA PER LA CRONOSCALATA PIÙ PRESTIGIOSA DEL MONDO

    Dacia ha deciso di cimentarsi nella cronoscalata automobilistica più celebre e impegnativa del mondo: la Pikes Peak International Hill Climb, che si terrà il 26 giugno prossimo in Colorado negli Stati Uniti.

    Dacia parteciperà alla corsa con Dacia Duster “No Limit”, un prototipo da 850 CV interamente realizzato su misura e pilotato da Jean-Philippe Dayraut, triplice vincitore del Trofeo Andros. L’obiettivo è semplice e ambizioso: lottare per la vittoria.

     

    DACIA DUSTER “NO LIMIT”: UN’AUTO MOLTO SPECIALE

    Dacia Duster “No Limit” è un veicolo d’eccezione con performance estreme. È stato preparato ad hoc per questa gara dai team di Tork Engineering (design, produzione, assemblaggio, sviluppo) e di Sodemo (motore). Renault Sport Technologies contribuisce in ogni fase del progetto con il proprio know-how in materia di automobilismo sportivo e fornisce alcuni pezzi.

    Dacia Duster “No Limit” è stata costruita secondo i parametri del regolamento tecnico della categoria “Unlimited” in cui correrà il veicolo: nessun limite a potenza e cilindrata, e libertà di decidere peso, pneumatici, trasmissione e aerodinamica.

    Sotto la scocca in fibra di vetro, Dacia Duster “No Limit” cela elementi fuori dal comune e di estrema sofisticazione:

    - Motore ultrapotente da 850 CV

    Costruito appositamente da Sodemo sulla base dell’unità NISSAN VR 38 DETT (V6 da 3,8 l) che alimenta Nissan GT-R, il motore di Dacia Duster “No Limit” è studiato per massimizzare le performance del veicolo nonostante l’altitudine del terreno di gara (2860 m alla partenza, 4300 m all’arrivo).

    - Trasmissione specifica

    Il motore è abbinato a un cambio sequenziale Sadev a 6 rapporti, specificamente progettato per sfruttare la potenza del motore e consentire innesti rapidi e precisi.

    - Aerodinamica per condizioni estreme

    Le soluzioni aerodinamiche messe a punto per Dacia Duster “No Limit” sono raramente ammesse dai regolamenti di gara. Sono state affinate con lunghi test nella galleria del vento. Saltano all’occhio gli alettoni posteriori: impressionanti.

    “Per un pilota, ‘domare’ un bolide di questo calibro su un percorso di montagna, in parte sterrato e in parte asfalto, toccando i 200 km/h... è qualcosa che succede solo a Pikes Peak. Non conosco altre discipline dove si possa partecipare con una macchina simile.” Jean-Philippe Dayraut

  • IN SINTESI

    PIKES PEAK INTERNATIONAL HILL CLIMB :

    Dove: Colorado, Stati Uniti

    Percorso di gara: 20 km

    Altitudine alla partenza: 2860 m

    Altitudine all’arrivo: 4300 m

    Fondo 50% asfaltato, 50% sterrato

    Record da battere nella categoria Unlimited: 10:01:42

    Primato conseguito dal giapponese Tajima Nobuhiro (Suzuki) nel 2007