Dacia Spring, l'auto elettrica più accessibile del mercato europeo, inaugura la mobilità elettrica alla portata di tutti. In un mercato in cui auto ecologica non sempre è sinonimo di auto economica, Dacia offre la possibilità di accedere a questa tecnologia a un prezzo competitivo, con molti equipaggiamenti e un'autonomia di 305 km in ciclo WLTP City.

Autonomia generosa, ricarica facile ed economica

Spesso è difficile conciliare il concetto di auto ecologica con quello di auto accessibile. Spring mantiene la promessa e rivoluziona il mercato dando a tutti la possibilità di accedere alla mobilità elettrica. Ma, prezzo di acquisto a parte, per il cliente è fondamentale l’autonomia del veicolo. Con i suoi 230 km in ciclo WLTP (e 305 km in ciclo WLTP City), Spring offre un margine di sicurezza più che sufficiente per gli spostamenti quotidiani. Per chi, ad esempio, percorre in media dai 50 agli 80 chilometri al giorno nel percorso casa-lavoro, per accompagnare i figli a scuola e per altri spostamenti in città, sono sufficienti due o tre ricariche a settimana. La facilità di ricarica è un altro argomento decisivo per il cliente. Per chi, ad esempio, abita in una villetta con garage dotato di una semplice presa da 220 V, sarà sufficiente collegare l’auto al rientro a casa la sera per ritrovarla ricaricata al 100% la mattina dopo, senza costose installazioni ad hoc. Il tutto per un budget molto inferiore rispetto al costo di utilizzo di un veicolo termico per lo stesso uso.

Briosa in città e affidabile nei percorsi più lunghi

I clienti sono sorpresi dalla vivacità del motore anche ai bassi regimi. Con una potenza di 33 kW (44 cv) e una coppia di 125 Nm, il motore di Spring offre tutta la necessaria versatilità in città, ma anche sulle strade a scorrimento veloce ed extraurbane. Su Spring si ritrova inotre un po’ di carattere da SUV e spirito avventuriero: questo vale per il look, ma anche e soprattutto per i vantaggi che offre nei percorsi più difficili, strade di campagna e sentieri dove ci si può avventurare senza preoccuparsi grazie alla grande altezza libera dal suolo. Ulteriore vantaggio, non meno importante, è la compattezza di Spring che, pur consentendo una grande agilità in città grazie a un raggio di sterzata ridotto, offre un’abitabilità da record per la categoria, consentendo di viaggiare comodamente in quattro persone, con un bagagliaio generoso, molti equipaggiamenti tra cui climatizzatore, alzacristalli elettrici e limitatore di velocità.

La rivoluzione "democratica" dell'elettrico Dacia

"L'accesso alle zone urbane è sempre più complicato e la legislazione diventa più severa nei confronti dei veicoli termici. Tuttavia, crediamo che circolare liberamente in città non debba essere un lusso riservato ai più benestanti e che i veicoli elettrici debbano essere accessibili a tutti", spiega Xavier Martinet, Dacia-Lada Sales and Operations Marketing Director. "La scommessa di Spring è quella di proporre l’auto elettrica meno cara d’Europa nel rispetto dello spirito Dacia: mantenere l’essenziale per rispondere alle esigenze degli utenti e democratizzare l’elettrico. Ecco perché pensiamo che Spring sia una vera rivoluzione".